CONFARTIGIANATO \ Ultim'ora

INCENTIVI ALLE ASSUNZIONI

Finalmente operativo il decreto interministeriale Fornero firmato in data 5 ottobre 2012 che consentirà di riconoscere, ai datori di lavoro privati, incentivi da destinare al sostegno dell’occupazione dei giovani  e delle donne.

La misura, che ha carattere straordinario e può contare su risorse finanziarie di oltre 230 milioni di euro, riguarderà i rapporti di lavoro stabilizzati o attivati entro il 31 marzo 2013. I contributi verranno riconosciuti per contratti stipulati con giovani di età fino a ventinove anni ovvero con donne indipendentemente dall’età anagrafica, secondo limiti numerici per ciascun datore di lavoro che consentano di rispettare la disciplina comunitaria degli aiuti di Stato.
In particolare, viene riconosciuto un importo pari a 12.000 euro in caso di trasformazione di un contratto a tempo determinato in contratto a tempo indeterminato, ovvero per ogni stabilizzazione di rapporti di lavoro nella forma di collaborazioni coordinate e continuative anche nella modalità di progetto o delle associazioni in partecipazione con apporto di lavoro. Tali forme di stabilizzazione dovranno riferirsi a contratti di lavoro in essere ovvero cessati da non più di sei mesi e mediante la stipula di contratti a tempo indeterminato, anche a tempo parziale.


Sono, inoltre, previsti incentivi per le assunzioni di giovani e donne a tempo determinato, la cui misura varia in relazione alla durata del rapporto di lavoro. In particolare, il valore del contributo è stabilito nella misura di 3.000 euro per contratti di lavoro di durata non inferiore a 12 mesi; nella misura di 4.000 euro se la durata del contratto supera i 18 mesi e, da ultimo, nella misura di 6.000 euro per i contratti aventi durata superiore a 24 mesi. 

Resta inteso che tale assunzione a termine non è libera; deve in ogni caso rispettare quanto previsto dal Dlgs 368/2001 (termine giustificato da carattere tecnico, organizzativo, produttivo o sostitutivo, nonché contratto a - causale  per massimo 12 mesi).


L’Inps, cui è affidata la gestione della misura, corrisponderà gli incentivi in base all’ordine cronologico di presentazione delle domande ed entro il limite delle risorse disponibili (come detto, di oltre 230 milioni di euro), attraverso modalità telematiche.

 

  

  Scarica l'allegato all'articolo

Referente
Pierluisa Perotti
- -
Tel. Sede di Casalpusterlengo 0377/46401 - Fax.0377/919338

Articolo presente anche in:
Consulenza sindacale e organizzazione del lavoro